Le scoperte più rivoluzionarie nel campo della Salute del 2023: dalla Terapia Genica all’Intelligenza Artificiale

 

Numerose riviste scientifiche stanno concludendo l’anno stilando elenchi delle scoperte più interessanti e rivoluzionarie che si sono succedute nel campo della salute negli ultimi 12 mesi. Sul National Geographic, Sanjay Mishra ha compilato una lista di sette novità che si presentano come promettenti e affascinanti.

La lista inizia con la prima terapia genica al mondo basata su CRISPR, chiamata CASGEVY, approvata per il trattamento di anemia falciforme e beta talassemia. Segue poi il primo farmaco approvato negli Stati Uniti per l’Alzheimer, Leqembi, un anticorpo monoclonale che mira alle placche amiloidi. Un’interessante scoperta arriva dai ricercatori giapponesi che sono riusciti a produrre topi sani e fertili in laboratorio senza l’uso di uova di topo femmina, anche se rimane ancora da capire come si svilupperanno i cuccioli.

Mishra menziona anche la produzione del primo diagramma completo del cablaggio cerebrale di una larva di Drosophila (il moscerino della frutta), con oltre 3.000 neuroni e oltre mezzo milione di connessioni tra loro. Un altro studio ha svelato che il colore grigio dei capelli è dovuto al blocco dei melanociti in uno stato immaturo.

Gli scienziati hanno inoltre scoperto che alcuni batteri presenti in molti tumori del tratto gastrointestinale favoriscono la diffusione delle cellule tumorali eludendo la risposta immunitaria. Infine, un nuovo strumento di intelligenza artificiale (AI) è stato in grado di prevedere il cancro del pancreas fino a tre anni prima della diagnosi effettiva.

In parallelo, Sari Harrar ha raccolto per AARP, un’importante organizzazione no-profit statunitense, le cinque novità più rilevanti per la salute dei cittadini. Tra queste, spicca la “pain school” del Salem Veterans Affairs Health Care System, che offre ai veterani strategie per affrontare il dolore attraverso una “scuola del dolore” online o in presenza.

Altre innovazioni includono terapie antitumorali “focali” per la prostata con procedure robotiche, lo screening ecografico tridimensionale SoftVue per i seni densi, l’ampliamento della copertura Medicare per il monitoraggio continuo del glucosio (CGM) e l’approvazione del catetere endovascolare Bashir per l’embolia polmonare nel 2023.

Queste scoperte rappresentano un’importante avanzamento nel campo della salute, portando benefici tangibili e nuove prospettive di trattamento per diverse condizioni mediche.