Cosa fa il Medical Affair di un’azienda farmaceutica

 

 

COSA FA IL MEDICAL AFFAIR

L’area Medical Affair funge da ponte tra ricerca e sviluppo, marketing e vendite, è definita in modi differenti, ma è considerata tipicamente il punto di incontro delle attività integrate che coinvolgono le fasi post-registrative.

L’obiettivo principale nel Medical Affair è generare informazioni aggiuntive sul farmaco approvato e fornire tali informazioni al contesto per migliorare la comprensione da parte degli operatori sanitari delle caratteristiche e dell’utilità del prodotto.

Dopo l’approvazione del farmaco, la funzione Medical Affair provvede a tutta una serie di servizi sia in aree che si sovrappongono a quelle delle Ricerche Cliniche e dell’Informazione Medico-Scientifica, sia Marketing Education, Marketing e Drug Safety. Le attività nella funzione Medical Affair sono dinamiche e scientificamente stimolanti. Il mercato è costantemente in evoluzione e ogni area terapeutica ha le proprie specifiche sfide.

MEDICAL AFFAIR: COMPETENZE

La maggior parte delle posizioni prevede una stretta collaborazione e interazione con ricercatori, medici e Key Opinion Leader dunque, è necessaria la conoscenza dei prodotti e dei mercati. Mentre per i trial di Fase I-III gli obiettivi sono chiari (ottenere l’approvazione del farmaco), dopo l’approvazione servono solide giustificazioni ed elementi per continuare studi e ricerche cliniche. Occorre pensare strategicamente al mercato, tenendo sempre in considerazione le limitazioni imposte dai requisiti regolatori. Di qui, per questi ruoli, possono essere utili varie qualificazioni quali:

  • Medicina
  • Biologia
  • Regolatoria
  • Informatica

 

Per quanto riguarda l’area della Medical Information, in generale questo dipartimento:

  • Ricerca
  • Analizza
  • Aggrega
  • Comunica dati medici e scientifici all’interno e all’esterno dell’azienda.

Generalmente si compone di diversi gruppi che si occupano di fornire supporto ai medici e altri specialisti, come anche a pazienti e caregiver, sulle caratteristiche dei prodotti. Si occupa di competitive intelligence per analizzare dati sulla competizione di determinati prodotti. Sua è l’area di pubblicazioni scientifiche, per supportare gli estensori degli studi di Fase IIb e IV a pianificare, scrivere e far conoscere le pubblicazioni.

Un’area mista è quella del Medical Marketing, che connette il focus medico di un prodotto con i suoi aspetti commerciali. Una figura negli ultimi anni divenuta sempre più rilevante è quella del Medical Science Liaison, che lavora a stretto contatto con Market Access e gli informatori medico-scientifici e che fornisce sul territorio conoscenza ed esperienza rispetto a determinati prodotti e patologie. Il suo compito è quello di informare sugli ultimi studi/dati clinici e usi terapeutici dei prodotti della propria azienda. Interagisce con esperti e identifica potenziali investitori per gli studi di Fase IIIb e IV. La direzione Medical Affair, attraverso MSL e altre figure, come Medical Advisor, risulta l’unica funzione aziendale che può fornire informazioni scientifiche ed evidenze cliniche sull’uso off-label dei prodotti dell’azienda farmaceutica.

 

Estratto da Impresa farmaceutica e organizzazioni – Leonardo Frezza (Edra SpA)

SCOPRI LE POSIZIONI APERTE SU JOB IN PHARMA